Un regalo di Natale (sorpresa, è un ebook)

Quest’anno dev’essere il natale degli ebook. Keplero regala il suo ebook. Frasistoriche regala il suo ebook. Non lo so, chi sono io per esser da meno? Quindi sì, vi regalo un ebook. Dentro ci sono tante cose che non avete ancora letto, alcune che probabilmente avete già letto, ed è una storia che forse ha un senso, a guardarla di lato, o da dietro. Al limite, potete leggere la dottissima prefazione di gallizio, che secondo me val la pena da sola. Comunque, per il prezzo che ha (zero), la possibilità che valga qualcosa più di quel che costa c’è.

Si chiama

Volevo essere un neo-distruzionista ma la mamma non mi avrebbe lasciato

e si scarica da qui.

(È difficile che riuscirò a metter qualcos’altro su questo blog prima dell’anno nuovo, quindi, oltre a Buon Natale, vi auguro anche un Buon Anno. È possibile invece che qualcosa metterò, su Phonkmeister e su Twitter. Ancora Auguri a tutti.)

26 pensieri su “Un regalo di Natale (sorpresa, è un ebook)

  1. neanche io penso di riuscire a mettere altre cose qui, ma neanche su Phonkmeister e su Twitter quindi ti auguro buone feste e mi stampo li buc, in formato A64bis che in azienda ci abbiamo una stampante atta all’uopo. Baciamo le mani

  2. Auguri a te. Sì, penso che vi lascerò a secco, ché sarò senza computer. Poi vedo, se viene, posso benissimo scrivere qui anche dal telefono. Ma in generale, l’ebook dovrà bastarvi per una decina di giorni 😉

  3. Orca, scemo io che per mezz’ora pensavo che tu regalassi l’attrezzo per leggere, mica una cosa da scaricare con l’attrezzo per leggere. E allora mi sono messo a cercare affannosamente come fare a vincere l’attrezzo per leggere. Poi adesso ho capito. Comunque grazie, eh!

  4. Grazie a tutti eh, e auguri 🙂
    Il romanzo lo metto su domani, Bao (ma sei sicuro che a me interessi scrivere romanzi? non lo so, mi sembra una cosa così vecchia da fare quasi negli anni dieci 😉 )

  5. io proprio all’inizio inizio del post avevo capito che regalavi l-ebook reader… e allora leggevo e mi dicevo nella mia testa: se lo regala lo vedi che è una fregata? lo sapevo io! 😀
    si! son un po’ stordita. è il mio bello.

  6. Chiamalo Sonno, se vuoi, Zio. Oppure Plorosanzo. Ma quella cosa chiamata un tempo Romanzo è la cosa giusta. E non è affatto morto, ce lo siamo fatto rapire. Per il riscatto si paga in consapevolezza, linguaggio e durata. Chi ci riesce, e cìè chi ci riesce, prende tutta la posta. Augh !

  7. Ah, ho capito Bao. Quello che vuoi dire è quello che io chiamo “una cosa lunga”. Ci proverei, ma agli editori piace che io faccia cosette che fan ridere. Comunque, promesso, non so quando, ma arriverà. Spero presto. Mi piace scrivere. 🙂

  8. Disma e Sid: quelli sarebbero mezzucci. Come quei blog che se li linchi ti regalano un iPod. Dai, non scherziamo, la posta in gioco è molto più alta.

  9. sei un pò un bastardo. Al presidente del mondo che, se c fosse, sarebbe pieno di soldi, gli regaleresti una moto e a noi stronzi na cosa da leggere.. Che poi voglio dire, ci regali tutti i giorni qualcosa da leggere, sai che novità.. È come se al mio compleanno mia mamma mi regalasse un pranzo cucinato da lei.. Vabbè io comunque volevo una bicicletta però non voglio comprarmela da solo perché le ultime due che ho preso me le hanno rubate. E quella prima l’ho sfasciata entrando dritto in un guard rail che se ero in moto non lo centravo mica così veloce. Bici tranciata a metà e io mi son quasi rotto la testa. È stato terribile. A pensarci bene non è che abbia così tanto voglia di una bicicletta. Beh auguri carissimo, fa finta che questo sia il mio regalo. È anche scritto male, che tristezza. Buon natale!

  10. Ma con gli e-book come faccio a lasciare le impronte di unto sugli angoli delle pagine? Sditazzo lo schermo ai bordi?
    Ad ogni modo grazie per il regalo graditissimo e auguri di buon natale a te e a tutti i lettori di e-IO.

  11. Beh, grazie.
    Si,
    però,
    vabbé un regalo non lo si rifiuta mai.
    Però…
    tutte ‘ste pergamene dopo il Codice mi sembrano fatte con la fotocopia
    e poi c’era anche il nome del coso, della cosa, là, si, la Rosa… boh…

    La confezione è ancora buona, magari lo riesco a rifilare a quel parente là… :-)))

    Buon Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *