Un lampo

Ieri sera, saranno state le sette meno un quarto, c’è stato un lampo, ma un lampo di quelli che per un attimo è stato giorno, e io, io ero lì in macchina che guidavo nella campagna, in mezzo agli alberi e ai campi, ho visto dov’ero. Un momento era buio pesto, un momento dopo era giorno, ma un giorno malato, di una luce inconsueta, una luce di rosa, di viola e di blu. Son quegli attimi che ti lasciano stranito, quegli attimi in cui vedi il mondo come se non lo avessi mai visto prima, ma son attimi che duran poco, perché subito dopo era di nuovo buio pesto, e io a pensare che se ci fosse stata l’ora legale sarebbe stato giorno comunque, e niente, ho pensato, è novembre, va così.

4 pensieri su “Un lampo

  1. E’ capitato anche a me, ma dipendeva da quello che avevo fumato.
    Poi mi è capitato ancora e dipendeva da quello che avevo bevuto.
    E allora ho capito che la luce ed il buio sono uno stato mentale legato a quanti soldi hai in tasca.
    Potresti accendere la luce?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *