un fatto sconcertante

Domenica mattina mi son accorto che eravamo senza alcuni degli ingredienti base per una sana alimentazione, allora, dopo aver tergiversato allegramente per un po’, mi son deciso e son andato al supermercato nel paese vicino, che è aperto anche la domenica, il supermercato, non il paese.

Tornando, mi son accorto di una cosa che mi ha lasciato assai perplesso, sconcertato direi.

Mi son detto, Cuneo, città della resistenza, Cuneo, che infiniti morti ha avuto a causa dei nazisti. Cuneo, costellata di lapidi che dicono Qui fu barbaramente trucidato ics e ipsilon, Cuneo, provincia di Beppe Fenoglio, di Cesare Pavese, di Nuto Revelli, Cuneo, provincia dell’incendio della città di Boves, Cuneo, non possono succeder queste cose, a Cuneo.

E invece sì. La memoria se ne va, sparisce, muore.

Domenica mattina, mentre tornavo dal supermercato, qui a Cuneo, ho visto una macchina targata SS.

Technorati Tags: , , ,

12 pensieri su “un fatto sconcertante

  1. io volevo dire che avrei voluto lasciare un commento ma oggi tutte le parole di tutti i blog non so perchè ma si sono rimpicciolite e a questo punto questo blog è commentabile come un elenco del telefono e per di più non riesco a leggerlo

  2. se usi un mac, prova a schiacciare ripetutamente i tasti mela e +

    su pc prova ad andare in explorer, su visualizza, carattere, e seleziona molto grande.

    poi il problema potrebbe esser tutt’un altro, allora non so. e comunque non so neanche come farai a legger queste righe 😉

  3. la domenica mattina al supermercato? io al massimo vado al mercato del pesce alle 6 di mattino…ma c’ho gli occhi semichiusi e un po’ appiccicosi-schifosi di quella sostanza che a napoli chiamamo volgarmente “scazzimma”.

  4. è vero cuneo è città della resistenza. anche io domenica ho notato quanta resistenza hanno i cuneesi. ho visto gente in coda,coda alla russa, in attesa di poter pagare per votare……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *