Pinguino (una cosa su Beppe Fenoglio)

Mi diceva stamattina un signore di una certa età che Beppe Fenoglio, noi, diceva, lo chiamavamo Beppe, era uno che non parlava mica tanto, stava sempre lì sotto una pianta con un libro, mi diceva lui, e quando eravam lì fuori dell’osteria di Placido, a San Benedetto, gli chiedevamo Cosa prendi, Beppe? Vuoi un caffè? e lui da sotto la pianta rispondeva sempre che lui prendeva volentieri un pinguino.