un blog che parla di niente

Sono un deficiente

C’era questa storia, che ho scoperto su quel pregevole sito chiamato Cloridrato di Sviluppina, in cui una professoressa è stata condannata per aver fatto scrivere cento volte a un ragazzino “Sono un deficiente”. Son convinto anch’io che abbia sbagliato, la professoressa, perché se a me avessero fatto scrivere cento volte “Sono un deficiente” credo che mi sarei convinto di essere un deficiente, e non va bene, perché poi se ti convinci lo diventi, secondo me, ma se invece mi avessero fatto scrivere cento volte “Se non la smetto di fare lo scemo poi mi cadranno tutti i capelli” penso che ci avrei guadagnato.
Poi non so.

9 Comments

  1. SpeakerMuto

    Scoprire queste notizie dai blog (autorevoli) e non dai TG come Lucignolo, pardon Studio Aperto, è un buon indice dell’affidamento che facciamo oggi sui notiziari.

    Per il resto mi sembra di capire che né io né tu, Ale, sappiamo quello che è successo se non dagli articoli sui canali di informazione e G.C. risulta accusato di *bullismo*. Com’è andata a finire? Che l’insegnante va in galera perché lei ha leso la dignità del bambino. Lei.

  2. Alessandro

    Io penso che se quando ero ragazzino fossi arrivato a casa dicendo di dover scrivere, o di aver dovuto scrivere 100 volte “sono un deficiente”, poi mio padre me l’avrebbe fatto scrivere altre 200, minimo. Poi ci son quelli che vanno dall’avvocato, invece. Secondo me trent’anni fa non c’erano, magari c’era meno informazione, non so, però secondo me non c’erano.

  3. Tredici

    Comunque, pare che il ragazzino abbia scritto deficente, senza i. Per cento volte. Quindi in realtà è anche ignorante, ma per fortuna non gliel’ha fatto scrivere, perché stavolta c’avrebbe messo la i.

  4. cq

    Pensa tu che delusione però: dopo esser stati attenti tutto quel tempo a non diventar scemi, ritrovarsi comunque senza capelli!!!

  5. gregorio

    Sono dell’ACI (Associazione Calvi d’Italia). Associare la calvizie alla scemenza mi sembra quantomeno inappropriato ed offensivo. Voi capelloni dovreste smetterla con questa assurda equazione!!! Distinti saluti, Gregorio.

  6. naza

    ci si comporta da deficienti…non si è deficienti.
    ps….secondo me alessandro non è molto ‘capelluto’.
    poi non so.

  7. Alessandro

    No, non molto 😀
    vedi google immagini: http://phonk.it/34i

  8. Elena

    Ricordo terribile delle elementari…pagine e pagine di errori da riscrivere!!

  9. Bill Lee

    guarda che sei un deficente anche se non l’hai scritto cento volte.

    a me la maestra tappava la bocca con il nastro adesivo. stronza puttana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2023 e io che mi pensavo

Theme by Anders NorenUp ↑