Smantellare l’infame complotto dei meteorologi

Una volta non ci prendevano mai, ma adesso, lo dicono tutti, in giro, che i meteorologi, adesso, ci prendono sempre: quando dicono che nevica, nevica, anche se tu guardi il cielo, ed è di un sereno che più sereno non si potrebbe, se loro han detto che nella notte nevica, nevica. E la sera prima, tu esci in terrazza, guardi il cielo, vedi le stelle, e pensi che è impossibile che ci prendano, questa volta, vedi le stelle, il cielo è sereno, e ti dici, questa volta han sbagliato di grosso. E invece no, ti svegli la notte, alle quattro, perché hai sete, guardi fuori, e ci han preso. E non c’è verso che tu riesca a pensare qualcosa di diverso dal fatto che fino a poco tempo fa non ci prendevano mai, e invece adesso ci prendono con una precisione infallibile, e ti viene in mente che tutti i loro studi, tutte le loro complesse modellazioni della realtà non possono aver avuto efficacia da un momento all’altro, prima non ci prendevano mai, e puf, da un momento all’altro han cominciato a prenderci. Secondo me, han capito che a studiare il tempo, non ci si cavava un ragno dal buco, così han smesso, e han dedicato i loro sforzi a costruir dei macchinari che lo generassero, il tempo, così come pareva a loro; e io già li vedo, questi meteorologi, nelle loro stanzette asettiche, con i loro camici bianchi, che si dicon l’un l’altro Che tempo facciamo domani, e si dicono Domani nevichiamo, Buona idea, si rispondono, e poi si dicono Digli a Gilberto di metter la macchina della neve sul tre. Ok, si rispondono.
Tutta gente intelligentissima, ma neve a marzo, che stronzi.

21 pensieri su “Smantellare l’infame complotto dei meteorologi

  1. Ho fatto esattamente lo stesso percorso, ma non avevo scoperto il dibolico piano meteorologico. La pena di morte, ci vorrebbe, li voglio coltre e sepolti! Vive la resistance!

  2. Tanto, prima o poi, quelli là scopriranno il luogo esatto dove fanno ‘ste cose, e allora faranno saltare tutto e tutti noi finalmente faremo ops!

  3. Che poi capita che mi chiedano cosa mi sono fumata. La prossima volta li spedisco dritto dritto da te con un link 😀 Comunque, non so se lo sapete, ma esiste un’Organizzazione Metereologica Mondiale, mica una robetta così, da due soldi.

  4. Qui c’è una scuola ed ero andata all’inaugurazione che c’era Giuliacci (che parla proprio così, anche dal vivo, era per dire). Mia nonna non si muoveva mai di casa, ma era sempre forsennatamente interessata al tempo. Il tempo è una cosa che interessa tutti gli anziani, la gente che sta in casa ecco. Però è vero che se c’è brutto tempo viene da prendersela con qualcuno, come se ci fosse una colpa da dare a qualcuno. E anche che la neve è stupida e non è più romantica, passato il Natale e i monti con le baite eccetera, secondo me. Qui però non ce n’è, di neve, ma io preferisco che Alessandro resti a vivere lì dov’è, invece di venire qui, che dopo è un’altra cosa e non sentirei più parlare di Cuneo, che invece adesso è diventato una località amena e ridente, da farci una vacanza col pensiero. La geografia dipende da quanto ti ci diverti a immaginarla, anche. Vale anche per il tempo, che la neve raccontata sembra ancora più pesante e uno solidarizza, al limite.
    Anche se sarebbe bello non stare a parlare del tempo tutto il tempo, che sembriamo tutti degli estranei.

  5. no, ma in lombardia cannano sempre, ma sempre sempre,non sono mica buoni. però così sai sempre cosa fare: se dicono che piove ci sarà il sole e vai tranquillo. se dicono che ci sarà il sole è meglio se ti porti l’ombrello. se poi piove e porti l’ombrello fai smettere ed esce il sole e sei l’unico che va in giro con l’ombrello.

  6. Io a quel Gilberto lì, quello che mette la macchina sul tre, gli farei venire un attacco di Montezuma così impara. Che si vede che ce l’han sù con Cuneo quelli della macchina del meteo.
    O magari son tutti curiosi di vedere cosa scrive poi lo zio Bonino di tutta questa neve a marzo.

  7. è tutto vero, nevica a marzo, non piove +a ottobre, sti tizi col camice bianco che tiran giù dal cielo cosa gli pare, hanno il camice da dottori o pazieni? non si capisce!
    io uff domenica volevo andarmene in giro, giacchetta e cappello, invece per fumare una sigaretta in balcone ho chiesto a n pinguino di accendermela!
    torino sarà pure bella innevata, ma a marzo è una palla, diciamolo!!!!

  8. Visto il tempo di oggi, mi sa che li hai fatti incazzare parecchio, gli infami meteorologi. La popolazione cuneese ha deciso, seguendo il costume nazionale, che, non potendo prendersela con gli autori del misfatto, si vendicherà con chi l’ha denunciato. Preparati.

  9. Ma nel cyberspazio sappiamo dove trovarti…A costo di sembrar scortese, mi riporti (con calma) “Pietroburgo” di Bely? Visto il paesaggio, m’è venuta nostalgia…Sennò ti metto “I malcontenti” in psicologia, circondati da Crepet…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *