Penso i pensieri

Svegliarsi, la mattina presto, è una di quelle cose che alla mattina presto non bisognerebbe fare.

Ché la mattina presto, le cose migliori da fare sarebbero dormire fino alla mattina tardi, oppure dormire anche solo fino a quando non suona la sveglia.

Invece, Noi Anziani, siam fatti così, noi alla mattina presto cominciamo a svegliarci con la sveglia, poi pian piano ogni mattina diventiam sempre più anziani, e cominciamo a svegliarci con un po’ d’anticipo, e via via sempre di più.

Io adesso la mattina ci ho uno standard, che mi sveglio alle cinque e mezza.

Poi non ci ho mica un cazzo da fare, alle cinque e mezza, allora sto lì, penso i pensieri, le cose che non ho fatto e che dovrei fare, te cerchi di scacciarli via quei pensieri cercando di pensar dei pensieri più semplici come La mamma stira la camicia ma i pensieri sulle cose rimandate e non fatte ritornano, e allora poi dopo alle sei sei e un quarto ti alzi perché non ne puoi più dei pensieri, e non hai niente da fare alle sei sei e un quarto, leggere non hai voglia, fai colazione, fai passare il tempo, alla moda dei vecchi.

Poi dopo vai in ufficio, e mentre sei lì che vai verso le montagne, dietro le montagne c’è il sole che sorge, e fa una luce meravigliosa, t’illumina il viso e le nuvole d’una luce arancione, e allora, Noi Anziani, te sei anche contento, che ti sei svegliato presto, ché altrimenti te lo perdevi, uno spettacolo così.

Technorati Tags: , , , ,

25 pensieri su “Penso i pensieri

  1. Che c’hai anche ragione, solo che se sullo sfondo non ci sono le montagne ma è tutto piatto e magari pure sfondo non c’è perchè c’è un nebbione che si taglia col coltello, allora un po’ ti incarognisci perchè potevi startene sotto le lenzuola.

  2. Una discriminante tra il Giovane e l’Anziano è la sveglia. Se sei Giovane e sufficientemente funambolo da poterti – Anzianamente – emozionare all’alba, svegliandoti o no con la sveglia, sei salvo.

  3. e io che mi penavo…

    ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….puntini ……di VISTA ….

    vista che nebbia
    che spettacolo che poi snebbia
    non piove
    si rare fa
    …e diventa ……….fumo negli occhi

    inaquariti ….
    ma non dallo sbuffo

    e io che mi pesavo!
    …ci fosse stata più nebbia!

  4. e io chissà cosa sono, che la discriminante tra giovane e anziano mica la trovo nelle mie notti.
    che vado a letto alle sei e mi alzo alle sette e mezza.
    e il sole è sorto nel mezzo.

  5. Quasi stessi pensieri stamani. Da me c’era la pioggia a sinistra, il sole a destra e le nuvole che si aprivano di tutte le gradazioni di colore dal grigio al viola. Bellissimo. E ho pensato che è una fortuna iniziare la giornata vedendo cose così belle. Però anche che mi son rotta, a volte mi andrebbe bene solo sognarle.

  6. anche io stamane ho pensato di essere fortunata. alle 8 avere già il sole in casa,le montagne innevate solo sulla cima, il cielo azzurro, tutto questo fa sognare .poi ti scontri con la realtà e il sole,le montagne e il cielo passano in secondo ordine. è un peccato però, ci roviniamo l’esistenza.

  7. Svegliarsi presto con la voglia di fracassare contro il muro il cellulare (ché uso quello come sveglia)
    Svegliarsi presto pensando ai sogni mai conclusi
    Svegliarsi presto desiderando ardentemente la domenica e i festivi…

    A dispetto dell’età anagrafica mi sa che io non sono poi tanto vecchia…

  8. Svegliarsi con i sogni mai conclusi,
    svegliarsi con le lettere mai ricevute,
    svegliarsi con le risposte mai avute,
    svegliarsi con la musica che non vuoi ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *