13 pensieri su “Lezioni di stile

  1. senza dubbio sei più divertente tu mitico (eh si mitico) eiochemipensavo. in quanto alla personalità del confuso siamo tutti confusi e personali ma lui il suo libro l’ho letto e mi rimane sul 6 stentato. discreta la forma scarso il contenuto

  2. heh, la classe non è acqua. c’è chi ci ha la classe, ce chi ci ha l’acqua…
    chissà, se un giorno scrive un libro vero, se glielo stroncano, cosa fa. mah. sono allibito.

  3. no ragazzi non mettiamoci a far paragoni che poi divento verde, che poi io penso che se facessero un libro dei miei post verrebbe molto peggiore di quello di persconf.
    visto il libro, l’idea non mi sembra tanto una buona idea, tranne in qualche caso, tipo herzog, ma lì, è tutta un’altra cosa. mitico poi, vergognati mel, che hei, io esisto 😉

  4. Secondo me il problema risiede tutto nel fatto che portare un blog su carta non è buono. Portare i blogger su carta è tutt’altra cosa, c’è gente che sa scrivere, può uscirne fuori roba interessante. Personalità confusa non mi ha mai esaltato ma questo è un altro discorso.

  5. il caffe kimbo a mme mi piace, non vedo
    perchè non godere sia di Eio che di PC.
    Il paradosso mi fa ridere, i paragoni
    fanno tristezza, sono indeciso sui
    paracarri paraculi e parapendio.

  6. boh, secondo me x§ ha spesso una marcia in più e dicevo, non giochiamo alla stessa partita, né allo stesso campionato, e neanche allo stesso sport (cit.)

  7. ahhh ho iniziato a leggere personalità confusa da poco… mi piace la storia delle foto e dei nani da giardino…
    stile?
    beh… alla dante alighieri che metteva all’inferno chi voleva lui e beatrice sua, invece in alto in alto in paradiso…
    ciaooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *