un blog che parla di niente

La radio che vorrei

È strano per me, ma in questi giorni ascolto molto la radio. È successo per caso. Inavvertitamente devo aver toccato qualcosa in macchina e ho sintonizzato la radio in AM su un canale forse russo che si sente molto male, dove non c’è musica, solo della gente che parla in sottofondo e io non capisco niente. Mi piace un casino.

7 Comments

  1. Marcantonio

    a me fa lo stesso effetto Internet, non capisco una cippa, ma mi piace un casino

  2. chiaratiz

    non mi stupisce per niente

  3. silvia

    vado in vacanza in posti dove parlano il tedesco per quel motivo.

  4. gattasorniona

    È un’esperienza suggestiva. Racconta una cosa simile anche Tommaso Labranca ne “Il Piccolo Isolazionista”.

  5. Graziella

    E’ tanto che non scrivi. Non potresti farlo un po’ più spesso?

  6. Ella

    Leggerti è sempre un piacere. E noi tutti qui ad aspettare che scrivi ancora. E dai scrivi!

  7. Monica

    È sempre bello leggerti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 e io che mi pensavo

Theme by Anders NorenUp ↑