Cuneo nella sua cuneità

Un giorno ero qui a Cuneo a un corso dove convergevano i bancari piemontesi e liguri del gruppo per il quale lavoravo e mi è capitato, parlando, di scoprire che dei colleghi di Savigliano, città della provincia, appunto, di Cuneo, che sarà distante più o meno una trentina di chilometri, di scoprire, dicevo, che questi colleghi non avevano idea del perché Cuneo si chiamasse Cuneo. Allora gli ho spiegato che noi di Cuneo siamo famosi per la nostra fantasia, fin dalla notte dei tempi, e infatti il nome Cuneo non è una bastardizzazione di un qualche nome latino che solo per caso assomiglia alla parola

cù|ne|o*
s.m.
1 CO prisma a sezione triangolare di legno o di metallo terminante con uno spigolo acuto, usato per fendere o spaccare pietre, legname, ecc. | ciò che ha tale forma; superficie a forma triangolare: un c. di mare che si insinua nella costa | zeppa
2 TS mat., figura solida costituita da un prisma a sezione di triangolo per lo più isoscele

no, non è un caso, è così. È stato con grande stupore che i miei colleghi saviglianesi hanno appreso che Cuneo è una città che coincide morfologicamente con il suo toponimo (questa frase suona molto bene, non è vero? Ci ho pensato su cinque minuti mentre ero al telefono con un cliente), Cuneo si chiama così perché si trova su un altopiano alla confluenza del torrente Gesso e del fiume Stura di Demonte, e trovandosi proprio in mezzo, ha la forma di un Cuneo. Non è facile concepire una cosa del genere se non si ha la proverbiale e abnorme fantasia dei cuneesi. Un giorno devo raccontare delle mie teorie sulla triangolarità della città, sul suo essere organo sessuale femminile d’Europa (Tiziano Scarpa* non sarebbe d’accordo, ma è evidente che ho ragione io), sui sette assedi e sulle linee di forza che la attraverserebbero; per intanto, vi basti quel che ho appena scritto: se per la vostra strada incontrerete un saviglianese, potrete stupirlo con cose che voi sapete e lui non sa, anche se non sono sicuro che la cosa si applichi a tutti i saviglianesi o solo ai saviglianesi bancari, ché, sapete, i bancari sono un po’ una specie a parte: fidatevi, io lo so, l’ho vissuto.

50 pensieri su “Cuneo nella sua cuneità

  1. Ma in genere uno non sa l’etimologia del nome.
    Punto.
    E in genere è poi qualcosa di… fantasioso?
    Sembra un cuneo, la chiamiamo cuneo….
    È in mezzo a una terra, la chiamiamo mezzoterra…

  2. Sì però non mi stupisce che i tarantini non conoscano l’etimologia del nome di un posto che è talmente ai loro antipodi che magari non sanno neanche dov’è. Magari non sanno neanche che a Cuneo c’è il mare 🙂

  3. Ma che bella storia. Sembrava di camminare con Piero. Angela. 🙂

    (ho imparato qualcosa di nuovo, scherzi a parte. e non sono bancaria né saviglianese)

  4. beh io lo sapevo.
    in verità è l’unica cosa che sapevo di Cuneo.
    ora so anche che c’è il mare, anzi che non c’è, anzi c’è stato il mare, una volta.
    a differenza dei tarantini noi leccesi quando parliamo di Cuneo diciamo subito che si chiama Cuneo perchè è incuneata…
    poi basta non diciamo più niente.

  5. Ma non si chiama Cuneo perché è incuneata e basta: si chiama Cuneo perché è incuneata tra lo Stura e il Gesso: i quali sono un torrente dalle acque bianche per la cava di gesso che si trova appena sotto la sorgente, e un fiume famoso per essere stato utilizzato tra i primi nella nostra era industriale come discarica per gli scarti di lavorazione degli stabilimenti che producevano il Mr Muscolo.

  6. Nel commento precedente stavo anche per scrivere che si chiama Cuneo perché l’alternativa era chiamarsi Sturagesso, ma per fortuna sono riuscito a trattenermi.
    E non è stato facile.

  7. veramente noi leccesi tiriamo fuori questa storia dell’incuneamento di Cuneo ogni volta che vogliamo fare bella figura.
    i ragazzi leccesi abbordano le ragazze raccontando loro di Cuneo e del fatto che è incuneata manifestando così da subito le loro reali intenzioni.
    siamo gente poetica e passionale, noi.
    e molto istruita, anche

  8. Beretìn, ho passato ore a leggermi tutti i pdf del comune della campagna dove non fa freddo (però quel pericolosissimo coso cinese che mi permette di vedere le cicogne, non lo installo manco morta. Le vedrò dal vivo settimana prossima, ecco)

  9. Ovviamente va da sé che FOSSANO arrivi da FOSSA D’ANO, ovvero buco di culo. Non ci piove.
    (cari fossanesi, non ve la prendete, scherzo, sono vostro amico, ci ho anche dei parenti, a fossano)

  10. Si imparan sempre delle cose belle, poi sono io, anche, che con l’etimologia mi commuovo.
    E si finisce a parlar di quella cosa li’… deriva scatologica? comunque io abitavo a Piumazzo… state calmi non e’ una minaccia ne’ uno spot elettorale per mezzuomini. E’ che mi han detto, io non c’ero’, che una volta era paludosa e c’erano le canne con il loro bel piumaccio e allora l’han chiamata cosi’. Poi e’ anche vero che Bolognesi e Modenesi li’ si menavano che si menavano che si menavano… pero’ Cuneo e’ proprio a forma di cuneo sono andato a controllare: http://maps.google.it/maps?hl=it&q=cuneo&ie=UTF8&split=0&gl=it&ei=Nt43SuLQBoalsAb2lqS5Cw&ll=44.372828,7.519283&spn=0.086261,0.197754&t=p&z=13

  11. Non son mago ma vorrei farlo. Qui se i commenti continuan così fra poco prevedo merda.
    Qui a Carmignano prevedo che derivi da Ano carminio e perchè sia diventato carminio lascio all’intuito.

  12. Scusate, visto che siamo in tema, vorrei sapere se qualcuno sa come si chiamano gli abitanti di Brno, la seconda città della Repubblica ceca.
    Che poi, tra l’altro, secondo me la Repubblica ci vede benissimo…

  13. non so come si chiamano gli abitanti di brno,so che han tenuto prigioniero Silvio Pellico, in compenso che che le abitanti di l’Aia si chiamano galline.

  14. Mi sovviene un ricordo… Quando ero bimbo il mio babbo mi raccontò che quando nacquero le targhe e vennero assegnate le sigle alle provincie, per tutte valeva la regola che si usassero le prime due lettere del nome della città e nel caso di sigle uguali questa rimanesse alla città più importante e per l’altra si scegliesse la terza lettera o via via la successiva… La targa di Cuneo sarebbe dovuta essere CU, ma per evitare che i cuneesi avessero “j numer daré al cü” (i numeri dietro al sedere) con un Regio Decreto venne assegnata eccezionalmente l’attuale sigla CN…

  15. Infatti noi fossanesi lo sappiamo perché Cuneo si chiama così. È anche vero che fossano è più vicina di savigliano, come anche il culo è ben vicino all’organo sessuale d’europa

  16. Cuneo è la città dove totò prestò servizio militare e ogni ragazzo che ha fatto il soldato a cuneo viene nominato uomo di mondo, tante sono le cose che si imparano a Cuneo.

  17. x Harael: Io sono di Mondovì,ma x mia SFORTUNA,sono stao costretto x lavoro a vivere a Cuneo e ci vivo da 2 anni, peggio di questa città nn ne ho mai viste, per nn parlare della gente.
    Ho visto e sono stato in molte città Roma compresa.
    Quello che ho scritto è una mia opinione,io la vedo così. Cuneo è un posto di meda, peccato che ci devo rimanere

  18. Cuneo Cuneo VAFFANCULO, VAFFANCULO
    Cuneo Cuneo VAFFANCULO, VAFFANCULO
    Cuneesi: VAFFANCULO, VAFFANCULO
    Cuneesi: VAFFANCULO, VAFFANCULO

  19. cuneo bigotta vecchia decrepita mentalità medievale molti giovani compresi colpa dell'”educazione” non ci sono concerti rock, non ci sono mostre d’arte, non c’è niente! non ci farei crescere neanche una piantina

  20. E’ vero Cuneo è un posto di merda.Io purtroppo devo starci perché faccio qualche supplenza saltuaria.Non sono mai riuscita ad entrare nel cuore dei cuneesi.Gente diffidente, bigotta e pettegoli!!!!Cucinavo sempre delle torte perché sono brava in cucina ma non mi hanno mai apprezzata.Odiano i meridionali.Mi chiamano Terrun di merda. Io ho sempre pianto in silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *